Novità in vista  per i contratti di locazione. L’articolo 17 del Decreto legislativo n.158/2015 interviene in tema di sanzioni sull’imposta di registro per i contratti di affitto di beni immobili. Le nuove disposizioni saranno operative a partire dal 2016.

Registrazione del Contratto di Locazione

Con le nuove disposizioni previste per il 2016, la registrazione del contratto di locazione deve essere effettuata dal locatore entro il termine di 30 giorni dalla stipula del contratto di locazione. Lo stesso locatore si impegna a comunicare con apposita documentazione  l’avvenuta registrazione nei successivi 60 giorni sia al conduttore che all’amministratore del condominio. Dalla lettura della norma sembra che non sia più consentito al conduttore di registrare il contratto di locazione.

Canone superiore a quello registrato

Nelle nuove disposizioni che hanno riscritto l’art. 13 della L 431/98 si introducono due principi:

  1. Sono nulli i patti tra locatore e conduttore che prevedano l’erogazione di un canone superiore a quello registrato. Il conduttore, in caso di nullità, può chiedere la restituzione delle somme versate in eccesso.
  2. Sono nulli i patti che derogano ai limiti di durata del contratto.

Cambiano le comunicazioni all’Agenzia delle Entrate

Con le nuove disposizioni, i contribuenti dovranno comunicare in ogni caso all’ufficio dell’agenzia delle entrate di riferimento anche le cessioni, le risoluzioni e le proroghe, anche se tacite dal momento in cui esse si verificano. In caso di inosservanza delle disposizioni si rischia di incorrere in sanzioni pari al 30% di ogni importo non versato. Il termine previsto è di 30 giorni dall’evento.

Con le nuove disposizioni è abrogato l’attestato di proroga, cessione, risoluzione che doveva presentarsi entro 20 giorni dalla scadenza.

Qualora la violazione riguardasse la cedolare secca (che non prevede versamento di imposte), in caso di mancata presentazione della comunicazione relativa alla risoluzione, proroga o cessione entro 30 giorni dal verificarsi dell’evento, si applica la sanzione in misura fissa pari a 67 euro, ridotta a 35 euro se presentata con ritardo non superiore a 30 giorni.

fonte: CODICEAZIENDA.IT

http://www.codiceazienda.it/contratti-di-locazione-cosa-cambia-dal-2016/

Share This