Al via le assunzioni agevolate di disabili: è stato pubblicato sul sito internet della pubblicità legale del Ministero del Lavoro il decreto direttoriale 23/2015 del 27 maggio 2015 che definisce nel dettaglio lo stanziamento e ripartisce i fondi tra le Regioni. L’incentivo per i datori di lavoro del settore privato che assumono personale disabile consistente nella riduzione dell’aliquota contributiva sulle assunzioni effettuate nell’anno 2014.

Riduzione contributiva
La riduzione degli oneri contributivi, per la sola quota a carico dei datori di lavoro, è pari:

  • al 100% dell’aliquota contributiva per la durata massima di otto anni, per ogni lavoratore assunto che sia disabile con riduzione della capacità lavorativa superiore al 79%;
  • al 50% per la durata massima di cinque anni, per ogni lavoratore assunto che sia disabile con riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% e il 79%.

Beneficiari
Possono beneficiarne:

  • tutti i datori di lavoro privati soggetti o meno all’obbligo d’assunzione di disabili;
  • le cooperative sociali e relativi consorzi;
  • le organizzazioni di volontariato.

Risorse
Le risorse, pari a 21.910.107 euro, derivano dal Fondo per il diritto al lavoro dei disabili, l’obiettivo è finanziarne gli incentivi all’assunzione attraverso specifiche convenzioni. Dunque per fruire dell’agevolazione è necessario aver sottoscritto un’apposita convenzione con il servizio per l’impiego competente.

http://www.lavorofisco.it/incentivi-per-le-assunzioni-di-disabili-pubblicato-il-decreto.html

fonte: lavorofisco.it

Share This